Un altro sito sul lusso, era ora...

Un altro sito sul lusso. Ebbene sì, è nato oggi, dopo una lunga ma non
complessa gestazione, un nuovo quotidiano che parla di lusso,
eccellenza, made in Italy e non solo. Si chiama <a href="http://www.ilgiornaledellusso.it/" target="_blank"><strong>Il Giornale del Lusso</strong></a>,
un nome volutamente semplice, agevole da ricordare. Un sito pensato per essere aperto alle potenzialità della rete e
studiato per diventare un nuovo punto di riferimento tanto per gli
appassionati quanto per gli addetti ai lavori

di Davide Passoni
direttore@ejournal.it

Un altro sito sul lusso. Ebbene sì, è nato oggi, dopo una lunga ma non complessa gestazione, un nuovo quotidiano che parla di lusso, eccellenza, made in Italy e non solo. Si chiama Il Giornale del Lusso, un nome volutamente semplice, agevole da ricordare, che evidenzia la sua forte partnership con ilGiornale.it. Un sito pensato per essere aperto alle potenzialità della rete e studiato per diventare un nuovo punto di riferimento tanto per gli appassionati quanto per gli addetti ai lavori.

Abbiamo scelto una grafica leggera, bianca, luminosa perché il lusso deve essere sobrio ma trasmettere anche gioia di vivere: la luce aiuta a farlo. Abbiamo dato grande spazio al visual, con una home page non carica di notizie ma una home page nella quale il lettore sappia dove cercare e dove trovare i contenuti che gli interessano. Abbiamo puntato sui classici ambiti del lusso, riservandoci una evoluzione tecnica e contenutistica che vogliamo sia periodica e ispirata alle nuove tecnologie. Perché un sito sempre uguale a se stesso, alla lunga muore.

Un altro sito sul lusso, dicevamo all'inizio. Nei mesi in cui abbiamo lavorato al progetto, in tanti ci hanno chiesto: "Ce n'è davvero bisogno?". Sì, rispondiamo noi, ce n'è bisogno per diversi motivi. Perché il lusso è una realtà che ancora è capace di farci sognare, a dispetto di tutto, a costo zero. E in un tempo in cui la pragmaticità e la capacità di azione sono quanto mai una necessità, la dimensione del sogno deve essere sempre più tenuta cara e preziosa. Perché il lusso, quello vero, è soprattutto misura e senso delle cose belle, vere. E in mezzo a tanto "lusso" urlato e urlante, noi abbiamo invece la modesta convinzione di poterne parlare con il giusto tono di voce, che fa percepire i dettagli: dove non si nasconde il diavolo, ma la bellezza. Perché il lusso, piaccia o no, rappresenta una fetta consistente dell'economia e del Pil italiani e si dimostra sempre "l'ultimo segmento a entrare in crisi e il primo a uscirne", come afferma il presidente di Fondazione Altagamma, Santo Versace. E Dio sa quanto tutto questo serva al nostro straordinario Paese.

Mettete voi gli altri "perché". Ciascuno ha il suo, dal momento che ciascuno, almeno una volta, ha avuto a che fare con il lusso e ne ha tratto un'esperienza, un pensiero. E se il lusso non sempre è accessibile a tutti, noi proviamo a raccontarlo a tutti, perché grazie alla Rete possa essere, almeno nelle intenzioni, un patrimonio condiviso.

E allora... buon lusso a tutti!
http://www.ilgiornaledellusso.it/