Un altro sprint di Rcs

Piazza Affari non è riuscita sul finale a recuperare terreno, come è avvenuto per le altre Borse europee. Gli indici principali sono finiti poco sotto i livelli di martedi, mentre Alltars e Star, in positivo, hanno registrato nuovi livelli record. Scambi sostenuti, con quasi 4,8 miliardi di controvalore. Il risultato conferma lo stato di attesa che contraddistingue il mercato, specie nel comparto bancario, ove si susseguono rumors e smentite circa futuri assetti azionari, specie tra le banche popolari. Tra queste ultime la Popolare di Intra sale del 3,7%, per il possibile avvicinamento alla Popolare di Vicenza; su nuovi livelli record la Popolare Etruria (più 1%), in attesa di prossime «novità» sempre riguardo a un possibile merger. In calo Popolare Italiana (meno 2,3%) per i timori di un possibile aumento di capitale. Nello stesso comparto stabili le big, ma ancora in ripresa Montepaschi (più 1,3%), sempre sulle ipotesi di una aggregazione con SanPaolo Imi. Tra gli editoriali, nuovo sprint di Rcs (più 4%), realizzate Seat (meno 3%), per le incertezze sulla politica dei dividendi; bene Mediaset e l’Espresso. Ancora in rialzo Fiat, che ha toccato il massimo di 9,95 euro.