Altro stabile occupato E ora qualcuno fermi gli autonomi

Ora i centri sociali hanno occupato anche un ampio stabile di viale Molise: «Il posto è bellissimo e enorme», così hanno detto ma certamente molti milanesi non condivideranno la loro soddisfazione. I centri sociali in realtà sono un disturbo non necessario in uno Stato democratico, ma che noi siamo costretti a considerare permanente e incurabile. L’azione era annunciata ma nessuno si è mosso per impedirla. Non sono bagatelle è ora che qualcuno li fermi. Anche perchè questo non è che l’ennesimo atto di una serie di imprese che hanno tenuto sotto scacco la polizia e i milanesi. Dopo lo sgombero della Bottiglieria in via Savona, dopo i sette ragazzi saliti sul tetto e dopo l’occupazione «beffa» di via Giannone siamo all’ultimo atto che sicuramente non sarà l’ultimo. Per i milanesi non è importante sapere a chi tocca la palma delle responsabilità interessa capire come la piaga delle occupazioni abusive possa essere cauterizzata. La legalità non è divisibile, deve essere attuata e rispettata in tutte le sue esigenze, senza lasciare zone franche a soggetti che invocano motivazioni nobilmente sociali.