Gli alunni fumano troppo Nei cortili del liceo via alle ronde dei prof

Troppe sigarette accese a scuola. Non durante le lezioni, ma negli intervalli. In cortile, nell’atrio e davanti alle scale. Per questo e per l’alto numero di studenti-fumatori (600 su 950) il preside del liceo scientifico Vittorini ha scelto la linea dura: una circolare che vieta il consumo di tabacco anche all’esterno dell’istituto e istituisce ronde di professori che, a turno, vigileranno per far rispettare il divieto. «Vogliamo dare un segnale importante - spiega il dirigente Giorgio Castellari -. Purtroppo il consumo di sigarette sta aumentando in maniera impressionante, soprattutto fra gli iscritti al primo anno e fra le ragazze». Così undici professori, a turno, vigileranno i punti strategici, ossia: le scale esterne, le aule di disegno, l’atrio, la palestra, l’ammezzato, il cortile e l’ingresso dei campi sportivi. Il preside parla anche di «educazione alla salute» e si chiede «come facciano tanti ragazzini a comprare pacchetti di sigarette visto che dovrebbe essere vietato». Conclude Castellari: «Forse non riusciremo ad allontanarli dalle sigarette, ma almeno i ragazzi sapranno che la lotta al tabagismo fa parte di una filosofia pedagogica».