Amare a Genova al tempo delle caste

Nel mondo globalizzato, nel quale l'assenza di confini geografici e non solo dovrebbe aver allargato i nostri spazi fisici e soprattutto mentali, il provincialismo bigotto e ottuso appare rancido e stantio come un latticino scaduto da oltre una settimana. Nel mondo globalizzato, che da oltre duecento anni ha decapitato l'ancient regime e i suoi odiosi sistemi di casta, conta solo il «dove si vuole andare» piuttosto che il «da dove si arriva».
Nel mondo globalizzato nel quale le certezze consolidate crollano frenetiche con lo stesso ritmo di Superman, ovvero «più veloci della luce», nulla ci fa sentire più dannatamente a la page del non stupirci più di fronte a una modella chiacchierata che assurge al ruolo di Premiere Dame o a un'oscura ragazza madre che impalma addirittura un nordico principe ereditario. (...)