Amazon festeggia: ebook più venduti dei libri

Ad aprile lo storico sorpasso. Il risultato, però, è ancora limitato alla vendita sul celebre sito americano. In Italia la lettura di libri cartacei resiste ancora bene: pubblicati soltanto 10mila titoli digitali contro i 600mila cartacei

Il sito Amazon festeggia in queste ore un passaggio epocale. La compagnia specializzata nella diffusione attraverso la rete di libri, dischi e strumenti hi-tech ha annunciato che la vendita di e-book ha superato quella di libri cartacei. Dal primo aprile per ogni 100 libri cartacei Amazon.com ha venduto 105 Kindle book. Già ad ottobre 2010, affermava Amazon senza divulgare alcun numero preciso, le vendite del nuovo Kindle avevano superato quelle del 2009 e triplicate erano quelle di ebook, già consolidatosi come formato di lettura preferito dai suoi clienti avendo superato prima le copertine rigide e poi le edizioni economiche. Ora, dunque, gli ebook su Amazon sono arrivati a superare anche il totale dei libri cartacei, addirittura doppiando le sole copertine rigide e senza oltretutto contare i volumi digitali gratuiti. «I clienti preferiscono i libri su Kindle più di quelli stampati» annuncia Jeff Bezos, fondatore della società Usa specializzata nelle vendite di libri online. «Speravamo che ciò accadesse - aggiunge Bozos - ma non ci aspettavamo che succedesse così presto. Abbiamo venduto libri per 15 anni e solo da 4 anni vendiamo libri digitali». Il catalogo offerto da Kindle comprende 950mila titoli, di cui 109 dei 111 bestseller della classifica del «New York Times». Sicuramente si tratta di un successo notevole dal punto di vista commerciale e di marketing. È bene precisare, però, che Amazon pubblicizza i libri digitali per il formato Kindle semplicemente perché Kindle è una sua creatura: il primo e-reader a entrare nel mercato editoriale e ancor oggi il più sfruttato è targato Amazon. Tuttavia il passaggio epocale rappresentato dalla vendita on line sul sito di Amazon.com di libri digitali è un dato relativo. Analizzando nella sua interezza il mercato librario, si può notare come la fetta del libro digitale non arriva nemmeno a coprire un quinto del totale. Insomma, l'ebook sta facendo passi da gigante ma è ancora lontano il passaggio a una nuova epoca della lettura. Basta prendere ad esempio il caso italiano. Da noi sono stati pubblicati (fonte Aie) meno di 10mila titoli in formato ebook contro gli oltre 600mila in cartaceo. Una bella differenza. È vero che l'Italia è molto indietro anche rispetto agli altri partner europei, tuttavia il fenomeno della lettura digitale non ha ancora soppiantato il tradizionale metodo di lettura.