Amazzonia, scoperti gli uomini rossi

Una delle ultime
tribù indigene del Sudamerica, che ancora rimaneva isolata dal
mondo esterno, è stata fotografata in una remota zona della
selva amazzonica, alla frontiera tra Brasile e Perù: <strong><a href="/media.pic1?ID=549">guarda le immagini</a></strong>

Rio de Janeiro - Una delle ultime tribù indigene del Sudamerica, che ancora rimaneva isolata dal mondo esterno, è stata fotografata in una remota zona della selva amazzonica, alla frontiera tra Brasile e Perù. Le immagini scattate dall’aereo che giovedì sorvolava la zona mostrano un gruppo di una quindicina di persone, i volti dipinti con pigmenti rossi e armate di arco, che guardano con terrore verso l’alto. E in una si vedono chiaramente i guerrieri che tentano di colpirlo con le frecce. La scoperta è la conferma che ancora esistono gruppi tribali da scoprire nella selva amazzonica.

Nel cuore dell'Amazzonia Indios dell’Amazzonia appartenenti a una delle ultime tribù mai venute in contatto con la civiltà sono stati fotografati da un elicottero mentre, colorati di rosso vivo, brandiscono arco e frecce contro chi li sta riprendendo. Le fotografie della tribù, scattate al confine tra Brasile e Perù, sono una delle rare prove dell’esistenza di gruppi del genere. Un funzionario brasiliano coinvolto nella spedizione ha raccontato che molti di loro sono in pericolo a causa del taglio e del trasporto illegale di legname. "Quello che sta succedendo nella regione è un crimine enorme contro la natura, le tribù, la fauna, ed è un’ulteriore testimonianza della completa irrazionalità con cui noi, i ’civilizzati’, trattiamo il mondo", ha detto José Carlos Meirelles, secondo quanto riporta una dichiarazione del gruppo Survival International, che si occupa delle tribù di tutto il mondo.

La tribù di Indios Una delle immagini, che può essere vista sul sito di Survival International (www.survival-international.org), mostra due indios dipinti di rosso pronti a scagliare frecce all’elicottero mentre un altro guarda. Un’altra foto mostra 15 indiani vicino a una capanna, alcuni dei quali puntano l’arco contro l’elicottero. "Il mondo deve rendersene conto, e assicurare che il loro territorio sia protetto in accordo con la legge internazionale. Altrimenti, si estingueranno presto", ha detto Stephen Corry, direttore del gruppo. Nel mondo ci sono più di 100 tribù, e più di metà vivono in Brasile e Perù, secondo Survival International.