Ambrogino d’oro, il Pd candida il piemontese Petrini

L’inviolabilità della lista finale dei candidati all’«Ambrogino d’Oro», la massima onorificenza della città di Milano, è stata violata. In fondo accade spesso, che qualche indiscrezione trapeli dalle sale di Palazzo Marino. Ma quest’anno un nome tra tutti desta sorpresa. I gruppi dei Verdi e del Pd in consiglio comunale avrebbero candidato alla medaglia d’oro Carlo - Carlìn - Petrini, 60 anni, fondatore e presidente di Slow Food. Perché? Il rapporto tra Petrini (che è nato a Bra, in provincia di Cuneo) e il capoluogo lombardo non è molto chiaro: oltretutto le tre principali manifestazioni promosse da «Slow Food» si svolgono lontano dal capoluogo lombardo. «Il Salone del Gusto» a Torino, «Cheese» a Bra e «Slow Fish» a Genova. Ma il Pd non ha nessun altro dei suoi (nel 2007 Petrini è tra i 45 membri del Comitato promotore nazionale per il Partito democratico) da candidare?