Ambulanti aperti oltre la mezzanotte: 9 multe

Sedicimila euro il totale delle sanzioni. De Corato: «Gli autonegozi che non rispettano le regole sono causa di disagio per i residenti»

Nove venditori ambulanti multati dalla polizia municipale per oltre 16mila euro. È il bilancio di un blitz scattato nella notte fra lunedì e martedì in diverse zone della città. Otto autonegozi sono stati sanzionati per aver prolungato l’orario di apertura oltre i limiti consentiti. Un altro per diverse altre violazioni, che costeranno al gestore una contravvenzione di oltre cinquemila euro.
I controlli sono scattati all’1.50 e sono terminati alle 2.40. Hanno riguardato, in particolare, Via Castelbarco, viale Umbria, corso Lodi, via don Luigi Sturzo, viale Zara, viale Marche, viale Abruzzi, via dei Mille, viale Jenner e piazzale Maciachini. «Nei confronti dei venditori ambulanti che non rispettano le regole - spiega il vicesindaco e assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato - è in atto un giro di vite. Nei primi otto mesi del 2008 sono stati sanzionati 51 autonegozi che hanno prolungato l’orario di vendita oltre la mezzanotte. Infrazione che si verifica spesso nelle vicinanze di locali notturni e discoteche. E che, a causa della vendita di alcolici, è all’origine di risse e degrado».
Proprio l’attività degli ambulanti sarebbe causa, insieme con il frastuono dei locali notturni, del disagio vissuto dai residenti delle zone della movida. «Dall’inizio dell’anno - continua De Corato - la polizia municipale ha sanzionato questa categoria con una media di una multa ogni cinque giorni (mille euro la sanzione). Alla luce delle criticità emerse saremo ancora più severi, sia con controlli più serrati da parte dell’Annonaria, sia attraverso i blitz notturni delle pattuglie che intervengono su segnalazione degli addetti ai sistemi di videosorveglianza». Le 51 multe del 2009, conclude De Corato «sono state emesse soprattutto in arre vicine a locali e discoteche».