Americana violentata dall’amico dopo la festa

L’avrebbe fatta ubriacare per poi stuprarla a casa

Una ragazza debole, con problemi di anoressia, ma soprattutto di alcolismo. Le basta poco, un paio di bicchieri, e la sua personalità viene completamente annullata, e lei rimane inerte nelle mani di chiunque. L’amico lo sapeva bene e per questo l’avrebbe riempita d’alcol per poi accompagnarla a casa e approfittare di lei. La ragazza si è presentata 3 giorni dopo alla Mangiagalli ma, dato il tempo trascorso, non è stato possibile accertare la violenza.
Ha anche narrato la sua esperienza ai carabinieri, senza però formalizzarla in un esposto. La vittima, nata 27 anni fa in America ma cresciuta in Italia, è infatti ancora in stato confusionale: ha fermato domenica sera un equipaggio del Radiomobile, per raccontare l’aggressione, poi lunedì ha incontrato gli investigatori della compagnia Monforte, competente per territorio, ma non ha ancora presentato la denuncia.