Gli americani bocciano Hillary «È disonesta»

New York. Il 60% degli americani non crede che Hillary Rodham Clinton, candidata alla nomination democratica per la Casa Bianca, sia «onesta e degna di fiducia». È quanto emerge da un nuovo sondaggio condotto da Washington Post e dalla rete tv Abc, secondo cui la senatrice di New York ha perso anche gran parte della fiducia accordatale dagli stessi democratici. Stando ai risultati della rilevazione tra i democratici il 63% la definisce «onesta», una percentuale in calo di ben 18 punti rispetto al 2006. E su questo piano l’avversario democratico Barack Obama la batte nettamente: il 23% in più dei compagni di partito ha maggiore fiducia nel senatore nero dell’Illinois. Una chiara inversione di marcia visto che in questo ambito la Clinton aveva tenuto testa sia a Obama che a John Edwards, l’altro sfidante democratico alla nomination ormai finito fuori corsa. Tra i repubblicani solo il 16% che la ritiene onesta. Due anni fa erano il 23%. La notizia è giunta lo stesso giorno dell’ultimo sondaggio Gallup secondo cui il rivale Barack Obama ha un vantaggio di 11 punti su base nazionale. Obama registra anche l’endorsement di una leggenda del rock, Bruce Springsteen.