"Gli americani devono saperlo: sono innocente"

Perugia - Un messaggio per i suoi connazionali. È stata dipinta male in questi giorni, con le notizie che la riguardano sulle pagine dei giornali di tutto il mondo, e Amanda Knox ora vuole che gli Stati Uniti sappiano che «è innocente». Lo ha detto la madre Edda Mellas parlando ieri sera brevemente con i giornalisti prima di raggiungere lo studio del difensore della figlia, Luciano Ghirga insieme al marito John Knox e all’altro legale Carlo Della Vedova. La madre di Amanda ha anche spiegato che la figlia «è devastata per la morte della sua amica» Meredith Kercher.
La studentessa statunitense è stata arrestata per il concorso nell’omicidio della giovane inglese insieme al fidanzato Raffaele Sollecito e al musicista Patrick Lumumba Diya.
Edda Mellas ha anche ricordato il suo incontro in carcere con la figlia. «Sta bene, meglio di quanto pensassi rispetto alla situazione che sta vivendo. Amanda è sicura che con il procedere delle indagini la verità verrà fuori. Si proverà che lei è innocente». Per la signora Knox, la figlia «è passata dalla tragedia della morte dell’amica alla sua che sta vivendo in carcere». Una giornalista ha quindi chiesto: «Sua figlia che cosa vuole si sappia negli Stati Uniti?». «Vuole che si sappia che è innocente» la risposta. «Che sensazioni sta provando sua figlia?» le è stato chiesto ancora. «Beh, è in prigione...» ha concluso Edda Mellas.