Amica le affida il figlio, lei lo fa rubare

Francesca Nacini

Quante volte sarà capitato a ogni mamma indaffarata o magari ingabbiata dai contrattempi di vedersi costretta ad affidare ad un’amica i propri pargoli? Tante, perchè le amiche, come le nonne, sono spesso un’ancora di salvezza e mai si pensa che potrebbero rappresentare un pericolo. Eppure, a sentire questa storia, c’è da ricredersi.
Una donna francese, infatti, è stata denunciata venerdì a Ventimiglia per aver indotto un ragazzino di tredici anni, affidatole per la giornata, a rubare dei vestiti. Il sistema era semplice: i due entravano nei negozi e mentre lei distraeva le commesse con confusionari andirivieni nei camerini, il minore nascondeva quanti più abiti poteva addosso o nella borsa della donna.
Un vero gioco da ragazzi, insomma, che, come tale, era stato preso anche dal tredicenne: peccato, però, che si trattasse di furti in piena regola. Il meccanismo è andato avanti, funzionando alla perfezione per alcune ore e in numerosi negozi, e inceppandosi solo quando una commessa più attenta delle altre si è insospettita per le strane manovre e ha chiamato il 112. L’intervento dei carabinieri di Ventimiglia ha così svelato il giochetto e i militari, una volta denunciata la donna e restituita la merce, hanno riconsegnato il ragazzo alla madre ignara. Chissà quanto durerà ancora l’amicizia tra le due donne?