Gli Amici di Ingegneria contro la fuga di cervelli

Enti locali e aziende partecipano all’iniziativa per creare un raccordo tra Università e mondo del lavoro

Si chiama Associazione amici della scuola di Ingegneria (Asing Genova) e all'apparenza è una delle tante organizzazioni culturali che possono nascere a margine del mondo accademico. In realtà l'obiettivo è molto più ambizioso: Asing dovrà essere la cinghia di trasmissione tra l'Università, nello specifico la Facoltà di Ingegneria, e le imprese, che non ha caso partecipano numerose nella veste di soci fondatori. In questo contesto due sono gli obiettivi primari fissati da Gianni Vernazza, preside di Ingegneria e presidente di Asing: bloccare la fuga dei cervelli da Genova fidelizzando la sinergia tra la facoltà e il mondo imprenditoriale, e produrre positive ricadute economiche sul territorio, soddisfacendo sia le esigenze delle aziende sia quelle più generali degli enti e delle istituzioni che pianificano lo sviluppo socio economico di Genova e della Liguria.
Per portare avanti il progetto, Ingegneria ha radunato intorno a sé un vero parterre de roi: Ansaldo Segnalamento Ferroviario - Ansaldo Energia - Abb - Aipam (Associazione Ingegneri Periti di Avarie Marittime) - Asg Superconductors - D'Appolonia - Datasiel - Enel - Esaote - Fincantieri - Finsa Ira - Fondazione Amga - Riccardo Garrone - Gruppo Sigla - Gruppo Viziano Costruzioni - Gruppo Santamaria - Ignazio Messina Spa. - Techint - Ifm - Nuovi Cantieri Apuania Sirti - Rina - Spes - Ordine Ingegneri della Provincia di Genova - Piaggio Aero oltre all'International Propeller Club Port of Genoa, nota associazione culturale genovese, che è stata tra i principali promotori e che, oltre a aver messo a disposizione la sede, si occupa della segreteria generale, attraverso il suo presidente Mariano Maresca (segretario generale di Asing che avrà anche due vice presidenti Giorgio Molinari e Giovanni Facco). Il profilo culturale che affiancherà quello economico - imprenditoriale sarà garantito da una serie di iniziative (tavole rotonde, convegni, dibattiti, mostre scientifiche, seminari ed altri eventi con la partecipazione dei soci che hanno ruoli di rilievo nel mondo professionale ed aziendale interessato alle tematiche prescelte) fra le quali spicca l'idea di non spezzare mai il fil rouge che unisce le vecchie e le nuove generazioni di ingegneri.