Amici della lirica, galà per aiutare il Niguarda

Serata di beneficenza in favore dell’associazione Spina bifida

La danza e la musica classica, come coppia inscindibile, hanno sancito l’abituale appuntamento natalizio degli Amici della lirica. Luciana Savignano, mostro sacro del balletto internazionale, e Maria Galeazzi, étoile del Royal Ballet di Londra erede designata di Alessandra Ferri, hanno tenuto a battesimo la serata. La vita di Renata Tebaldi, raccontata nel libro di Stefano Papi pubblicato da Mondadori-Electa, ha fatto da cornice all’intera manifestazione.
Il gran Galà si è tenuto nel salone d’onore del Principe di Savoia in una serata che ha visto come sempre la scienza e la beneficenza unite. Il ricavato del Galà è, infatti, andato all’associazione Spina Bifida e Idrocefalo del Niguarda diretta da Tiziana Redaelli.
Tra gli invitati, stilisti come Raffella Curiel, artisti come Angiola Tremonti, autorità pubbliche come sua eccellenza Mario Blandini (procuratore Generale della Repubblica), esponenti delle libere professioni di Milano come Paolo Giuggioli, presidente dell’ordine degli avvocati. Ad allietare la serata, la scuola di ballo della Scala diretta da Monsieur Frederic Olivierì.