"Amici", le polemiche mettono sale sul serale

Frecciate, critiche, vivaci apprezzamenti tra i ragazzi e i professori fanno da preludio alla prima serata che determinerà l’uscita di uno dei concorrenti, scelto fra la squadra che perderà la sfida

Ci siamo: al via il serale di Amici. Partono le eliminazioni e cominciano le schermaglie. Bianchi e blu, in vista della serata d’esordio mercoledì su Canale 5, hanno cominciato a dare fuoco alle polveri, incrociando il fioretto delle polemiche. Jennifer e Silvia, cantanti bianche, hanno accusato di cattiveria la “piccola Mina” de noantri, Martina Stavolo, che ha reagito con controllata pacatezza, seppur con evidente disappunto per le obiezioni contestate: oltre al carattere anche una certa cattiveria. Sul fronte maschile, i danzatori bianchi Gianluca e Domenico hanno attaccato i colleghi blu Adriano e Pedro forse temendo ciò che li aspetterà sotto i riflettori: una pesante sconfitta.

Il clima di frizzante competizione ha contagiato anche gli insegnanti. Nel pomeridiano di domenica Luca Jurman ha polemizzato con l’altra maestra di canto, Gabriella Scalise, in merito ai consigli alimentari forniti ai propri allievi, metodo non condiviso dalla docente di specializzazione americana. Fioretti sguainati dunque anche nella commissione, dopo il preambolo in sede di designazione delle squadre, quando lo stesso Jurman ha fatto un passo indietro rinunciando a seguire gli allievi che lo sceglievano come docente di riferimento ma mostravano gradimento anche nel supporto di Grazia Di Michele. Le ruggini dell’anno scorso non devono essere state tutte cancellate se poi i ragazzi, in preda a un evidente imbarazzo, hanno preferito scegliere l’artista milanese e rinunciare alla consulenza della cantante romana.

E Jurman ha dato anche un tocco di personale estro nella sveglia predisposta per i propri allievi in schieramento bipartisan (Alessandra tra i blu, Silvia, Valerio e Jennifer tra i bianchi) al punto da interrompere anche il sonno degli altri ragazzi ai quali la veemente suoneria non era diretta. E mentre Pedro (blu) e Alice (bianchi) concordavano sul fatto di essere entrambi dotati da madre natura di un fisico invidiabile e di essere possessori di una tecnica e un’abilità che ha bisogno di migliorarsi ma è già di alto livello, si aspettano le sfide vere e proprie per vedere chi la spunterà. Entrambi si scambiano qualche complimento ben poco convinto dietro il quale si nasconde la determinazione verso una sfida che entrambi si dicono in grado di vincere. La specialità lascia credere però che raramente l’uno e l’altra si confronteranno direttamente: Alice sembra l’avversaria naturale di Adriano, mentre Gianluca sembra il rivale di Pedro. Staremo a vedere. Presto o tardi Alice e Pedro si incontreranno di sicuro: sono infatti tra i ragazzi più accreditati per arrivare lontano e, man mano che le eliminazioni si faranno sentire, tutti dovranno un po’ adeguarsi a “giocare fuori casa” esibendosi anche nelle specialità non proprie. 

Restano gli outsider Mario (bianchi) e Andreina (Blu), cantante lui e ballerina lei. Riservati, misurati, educati ma poco manovrabili, sembrano in grado di qualsiasi colpo a sorpresa. Cuore e batticuore invece per Daniela (blu) e Domenico (bianchi) i due a maggior rischio eliminazione nelle prime battute della kermesse serale. Insomma c’è di che appassionarsi tra sfide incrociate, polemiche tra ragazzi e critiche vivaci tra insegnanti dal tifo spesso facilmente desumibile da atteggiamenti mai ipocriti. E poi c’è il telefonino, quello che in mano allo spettatore può fare la differenza e far pendere la bilancia verso i blu di Martina o verso gli “sbiaditi”, come i predecessori della “piccola Mina”, un anno fa avevano provocatoriamente ribattezzato i contendenti, poi sconfitti all’ultima sera con il trionfo del blu Marco Carta che ora approderà al Festival di Sanremo ma che ha deluso i “tifosi” rinnegando i colori che lo hanno portato al successo dopo aver dichiarato di sperare in una vittoria finale di Silvia o Alice. Già, entrambe... “sbiadite”.