Ammazza la figlia di 7 anni e si uccide

da Modena

Ha assassinato a coltellate la figlioletta di nemmeno otto anni, poi si è ucciso. Sono morti così nella loro casa di Formigine (Modena) Antonio Bove, 37 anni, operaio della Ferrari, e la piccola Erica. I corpi erano in camera da letto. La tragedia si è consumata probabilmente in mattinata. A provocare l’omicidio-suicidio con un coltello da cucina potrebbero essere stati i problemi psicologici e di depressione di cui l’uomo pare soffrisse a causa della separazione dalla moglie. Anche la donna, Antonella Ferrone, 36 anni, lavora nell’azienda di Maranello e da mesi vivevano separati, anche se sotto lo stesso tetto. Ieri i primi timori per l’assenza dal lavoro, dove Bove ricopriva anche incarichi sindacali e per la sua irreperibilità. All’arrivo della moglie a casa si è rivelato necessario abbattere la porta, chiusa dall’interno; solo allora la macabra scoperta.