Ammazza il fratello con otto coltellate

Ha ucciso il fratello al termine di un violento litigio e, dopo essersi chiuso in una stanza, si è consegnato ai carabinieri, confessando il delitto. È accaduto la scorsa notte, poco prima delle 2, in un appartamento a Sassari. Emilio Gavino Mario Satta, 52 anni, disoccupato, ha cominciato a litigare, per futili motivi, col fratello Stefano, di 42, impiegato in un’impresa edile. A un certo punto l’alterco è degenerato e il fratello maggiore ha colpito l’altro, nel corridoio, con una coltellata alle spalle, seguita da un’altra al torace e altre 7-8. Mentre accorrevano, richiamati dalle urla e dal trambusto, la madre invalida, che dormiva in una stanza accanto, e la sorella, che vive in un altro appartamento nello stesso stabile, Emilio Satta si è barricato nella sua stanza. Poi
ha telefonato al 112.