Ammazza romena e poi si spara

Sarebbe di proprietà del padre il fucile con il quale Mauro Aldegheri ha sparato, prima di rivolgere l'arma contro se stesso, a Cristina Mihaela, la giovane romena uccisa in un piccolo appartamento di un residence a Badia Polesine (Rovigo). L'uomo aveva conosciuto la donna un anno e mezzo fa probabilmente nel locale notturno dove Cristina lavorava. Nello stesso periodo abbandonò la moglie e i due figli lasciando la villa di Gargagnago (Verona) dove risiedeva. I corpi dei due sono stati trovati a letto, lei sotto le lenzuola, forse pietosamente coperta dall’uomo. Aldegheri aveva lavorato sino a due anni nell'omonima e celebre azienda vinicola di famiglia di Sant'Ambrogio.