Ammazzati due giornalisti in 24 ore

Mosca. Due giornalisti uccisi nel giro di 24 ore oggi in Russia, nell’ennesimo giallo di morti sospette: uno nella sua abitazione di Mosca, poi data alle fiamme dagli assassini, il secondo freddato ieri sera da alcuni killer che gli hanno sparato mentre viaggiava sulla sua automobile a Mackhatchkala, capoluogo della repubblica autonoma del Daghestan nel Caucaso russo. La polizia non ha per ora stabilito un collegamento fra i due casi, che sono comunque legati dal Daghestan. Il giornalista trovato morto nella sua abitazione di Mosca, Ilia Shurpaiev, 33 anni, era infatti originario del Daghestan e inviato del primo canale televisivo per il Caucaso russo. È stato trovato nella camera da letto, con ferite da taglio e una cintura attorno al collo. Secondo i dati preliminari dei patologi, sarebbe morto per strangolamento.
Il secondo ucciso, Gadji Abachilov, 58 anni, era un giornalista molto noto e attualmente dirigeva l’emittente radiotelevisiva pubblica del Daghestan. Nell’attacco è rimasto gravemente ferito il suo autista.