Ammazzato operaio. E' il settimo omicidio nel Nuorese

Stefano Pilia, di 23 anni, è stato ucciso con tre fucilate
caricate a pallettoni mentre apriva la porta della sua
abitazione. Difficile stabilire un movente

Nuoro - Omicidio durante la notte nel nuorese dove un giovane operaio di Ulassai, in Ogliastra è morto per le fucilate ricevute

Dinamica A compiere il delitto, poco prima dell’una, potrebbe essere stato un solo killer. Pilia, che per tutta la sera era stato in compagnia di alcuni amici, era appena tornato a casa ed aveva parcheggiato la sua autovettura. È possibile che lo sparatore abbia chiamato la vittima prima di compiere l’omicidio. È stato dato l’allarme è sul posto dell’agguato sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Jerzu e del Reparto operativo della Compagnia di Nuoro, il medico legale ed il 118, ma per il giovane non è stato possibile fare nulla.

Un seriale? Le indagini sono coordinate dalla Procura di Lanusei e da subito si sono dirette a vagliare le ultime ore di vita di Stefano Pilia. Difficile, per ora, stabilire anche un movente. È il settimo omicidio nel nuorese dall’inizio dell’anno.