Ammendola «carabiniere» per far ridere con ironia

Dal 22 dicembre al 10 gennaio il teatro Ghione ospita Carabinieri si nasce, spettacolo scritto, diretto e interpretato da Pino Ammendola. È la sera di Capodanno nella piccola tenenza dei carabinieri dell’isola di Ginestra e il maresciallo Sicchietta si appresta a recarsi in terra ferma per partecipare al prestigioso veglione del circolo ufficiali. Tirato a lucido nella sua divisa migliore subisce i commenti dei suoi sottoposti, invidiosi di non poter condividere una così grande fortuna, ma il maltempo, inaspettatamente, blocca i collegamenti tra l’isola e il continente e il povero sottufficiale è costretto a passare insieme ai suoi sottoposti l’ultima notte dell’anno. Ma un imprevisto turba la quiete della piccola isola: una lite nell’osteria del molo, unico esercizio aperto del posto. Sicchietta e il suo aiutante accorrono, mentre nella tenenza arriva una giovane donna terrorizzata. La sconosciuta sentendosi in pericolo di vita chiede al giovane e ingenuo militare, rimasto in caserma, di arrestarla, perché solo la camera di sicurezza le sembra un luogo sufficientemente protetto. La donna è molto bella e sembra disperata, ma il carabiniere non può di certo contravvenire alla regole arrestandola, l’unica cosa che si sente di fare è nasconderla nella sua stanza spacciandola per sua sorella. Il ritorno di Sicchietta con un uomo che potrebbe essere il persecutore della ragazza, scatena una serie di esilaranti equivoci che aumentano la sua confusione. Alla fine, nessuno è quello che sembra, ma con un pizzico di fortuna il maresciallo riuscirà a dipanare il bandolo della intricata matassa. Nel cast anche Giorgio Gobbi, Vania Della Bidia, Bruno Bilotta, Andrea Manzalini, Patrizia Pezza e Roberto Posse.