«Ammettiamolo: oggi i giovani sono mammoni»

Diego Abatantuono, il Times ha ideato un test per misurare quanto è italiano un uomo. Prima domanda: che cosa prende dopo pranzo?
«Espresso corretto».
Con la grappa?
«Col rum scuro».
Passiamo alla guida. In autostrada come si posiziona?
«Corsia centrale, mi sposto solo se necessario».
Quando se n’è andato di casa?
«A 16 anni».
Come vede lo scooter?
«Pericolosissimo e inquinante. Lo sconsiglio a tutti i miei amici».
Possiede borse?
«Sì, due o tre. Le uso per copioni e libri: sono come delle ventiquattrore, ma più morbide. Hanno sostituito il borsone da calcio».
Come porta il maglione? Sopra la camicia o legato?
«Non lo porto. Al massimo un gilet».
Quanti indumenti di cashmere ha nell’armadio?
«Qualcuno, regali soprattutto».
Biancheria intima. Di che tipo?
«Non la porto. Nel caso, sceglierei i boxer».
Maglia della salute?
«Mai. Ho troppo caldo».
Che tipo di sciatore è?
«Non è per fare l’originale, ma non scio. La montagna non mi piace».
Andrà al mare. Tenuta da spiaggia?
«Boxer, non troppo lunghi».
Aiuta la sua compagna nel weekend?
«Sì, la aiuto. Guardiamo la partita... ».
Vuole il risultato?
«Non ci credo troppo».
Perché è un test inglese?
«Anzi. L’Italia ha un grande passato ma, nel presente, abbiamo molto da imparare dagli altri paesi. Loro i problemi li risolvono: a noi basterebbe copiare».
È d’accordo col Times, gli italiani sono mammoni?
«Sono mammoni, ma i problemi sono anche altri».
Quali?
«Nel dopoguerra i giovani erano dinamici, c’era tanta voglia di fare».
Oggi?
«È un momento di stallo: chi non ha un impiego si crogiola nel non lavorare ma, d’altra parte, è difficile darsi una mossa».
Per gli inglesi Capello è un bell’esempio: elegante, colto...
«Ah sì? Mi piace Capello. Ma ci sono tanti italiani eleganti. Certo lui è coriaceo: alla fine ti dà soddisfazione».
Risultato: secondo il test, Abatantuono è «svedese».