Amministrative, 16.663 genovesi alle urne

Fabrizio Graffione

Bogliasco, Cogoleto, Orero, Propata, Valbrevenna, Zoagli. Sono sei le località nella provincia di Genova dove domenica e lunedì si vota per il rinnovo dei consigli comunali. Alle urne anche i savonesi per le elezioni provinciali e dieci comuni, fra cui Loano, Borgio Verezzi e Stella; gli spezzini con Borghetto Vara, Brugnato, Santo Stefano Magra; gli imperiesi con 21 comuni, da Diano Castello a Diano Marina, Vallecrosia, Borghetto D'Arroscia e il «principato» di Seborga.
Ieri mattina il prefetto di Genova, Giuseppe Romano, ha diffuso i dati e comunicato le modalità per il voto nella provincia del capoluogo ligure. Le sezioni sono aperte dalle 8 alle 22 di domenica 28 e dalle 7 alle 15 di lunedì 29. I risultati, quindi, si dovrebbero conoscere, se non ci saranno ritardi per schede contestate, dopo un paio di ore dalla chiusura delle urne.
Gli elettori genovesi sono 16.663, 8.017 maschi e 8.646 femmine, distribuiti in un totale di 21 sezioni. Una curiosità sono i cittadini dell'Unione Europea, residenti nei comuni genovesi, due a Cogoleto, uno a Orero, 8 a Valbrevenna, che hanno chiesto di ricevere la scheda elettorale e che quindi si recheranno alle urne come gli italiani. La scheda elettorale è di colore azzurro e indica il simbolo della lista con il candidato sindaco capolista e uno spazio sottostante dove si può indicare anche la preferenza per la nomina di un consigliere comunale.
A Bogliasco si sono presentate 4 liste, Adelio Peruzzi con «Peruzzi per la gente», Luca Pastorino «L'unione per Bogliasco», Serafino Fracas «Con la gente di Bogliasco», Gisella Dapueto «Noi con Gisella». Gli elettori aventi diritto sono 4.250, 2.017 maschi e 2.233 femmine. A Cogoleto altre 4 liste: Attilio Zanetti «Uniti per Cogoleto», Maria Elena Dagnino «Tutti per Cogoleto», Mario Casarino «Cogoleto 2006», Amelia Ravenna «Forza Cogoleto», per un totale di 7.944 elettori, 3.770 maschi e 4.174 femmine. A Orero 3 liste: Antonio Arata «Impegno progresso», Fabio Arata «Orero futuro», Francesco Sternativo «Orero per tutti», per un totale di 534 elettori, 273 maschi e 261 femmine. A Propata il record delle liste, addirittura 5, per aggiudicarsi i voti di appena 147 elettori, Roberto Margari «Il comune è di tutti», Claudio Avanzino «Rinnoviamo la vallata», Mauro Rossi «Democrazia e partecipazione», Sandra Dalla Rovere Dellepiane «Insieme per Propata», Nicoletta Locati «Fiamma tricolore». A Valbrevenna 4 liste: Andrea Gibellini «Destra per l'Italia», Alfredo Gianoglio «Democrazia e partecipazione», Maria Antonietta Marsano Fontana «Uniti per la Valbrevenna», Mario Palomba «Valbrevenna viva», per un totale di 801 elettori, 440 maschi e 361 femmine. A Zoagli, unico comune che va alle urne non per la sua scadenza naturale, ma perchè il sindaco Franco Rocca ha accettato l'incarico di consigliere regionale, si presentano soltanto un paio di liste: Rita Nichel «Vivere Zoagli», Gian Giacomo Solari «Lista per Zoagli». Gli elettori sono 2987, 1438 maschi e 1549 femmine.