Amministrative, è in corso lo scrutinio

E' iniziato lo spoglio dei voti per le amministrative in Sicilia, dove si è votato per rinnovare
i sindaci e i consigli in 147 comuni, tra i quali Catania, Messina e Siracusa, e i presidenti di 8 province. Gli eventuali ballottaggi si
svolgeranno il 29 e 30 giugno<br />

Palermo - Spoglio in corso per le amministrative in Sicilia dove si sono chiusi alle 15 i seggi per rinnovare i sindaci e i consigli in 147 Comuni, tra i quali Catania, Messina e Siracusa, e i presidenti di 8 province, tutte quelle dell’isola eccetto la sola Ragusa. Nello scrutinio si procede partendo dalle provinciali, mentre a seguire saranno spogliate le schede per le comunali. Il primo dato definitivo sull'affluenza alle urne - relativo alle elezioni provinciali - riguarda la provincia di Caltanissetta, dove meno della metà degli aventi diritto è andato alle urne. Alle ore 15, infatti, alla chiusura delle urne, aveva votato il 49,79% degli aventi diritto (-8,12 rispetto alle precedenti provinciali). Più contenuto (-3,70) il calo a Enna, dove la percentuale di elettori è stata del 57,21.

Sardegna Per le amministrative in Sardegna si è votato per l’elezione di sindaci e consigli in 34 comuni. L’affluenza è stata del 74,7%, esattamente lo stesso dato delle precedenti elezioni (ieri alle 22 era stata del 53,9%, in calo di quasi 5 punti).

Fotografa scheda: denunciato La polizia ha denunciato un elettore di 33 anni che ha fotografato la preferenza espressa sulla scheda elettorale con la fotocamera del telefonino cellulare, nel seggio della scuola Basile, in piazza San Paolo, a Palermo. A scoprire l’uomo sono stati il presidente e gli scrutatori che hanno sentito il bip dei tasti del cellulare provenire dal seggio. Durante le operazioni di identificazione l’elettore aveva detto di non avere con sè il telefonino.

Scrutatori allontanati Tre scrutatori di Augusta sono stati sollevati dall’incarico dopo che gli agenti di polizia hanno scoperto che erano parenti di candidati al consiglio comunale di Augusta. Nei confronti di S.G. 39 anni, R.G., 20 anni, e I.C., 49 anni, sono scattate le denunce. Nella rete dei poliziotti di Augusta sono finite altre due persone, la prima perché distribuiva volantini davanti ad un seggio nel corso delle operazioni di voto, l’altra perché sostava con un camper che aveva sulle fiancate i manifesti di un candidato.