Ammortizzatori, governo: accordo da 8 miliardi

Raggiunta la cifra di 8
miliardi destinati agli ammortizzatori sociali ove ce ne fosse
bisogno. Berlusconi: "Siamo in un momento di crisi e noi
restiamo molto convinti che la situazione dipende anche dai
nostri comportamenti&quot;. Siglata un'importante intesa con le Regioni<br />

Roma - L'accordo c'è. Avanti con gli ammortizzatori sociali. "Sono orgoglioso e soddisfatto, perchè oggi governo e regioni hanno raggiunto un accordo su tre temi, a cominciare da quello degli ammortizzatori sociali. L’intesa è stata raggiunta dopo un mese di confronto politico e tecnico serrato". Ad annunciare l'intesa raggiunta dopo un serrato confronto, è stato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in una conferenza stampa a Palazzo Chigi prima del Consiglio dei ministri: "Abbiamo raggiunto la cifra di 8 miliardi destinati agli ammortizzatori sociali ove ce ne fosse bisogno".

L'accordo del governo "Siamo qui per comunicare dei fatti importanti, anche in risposta di chi sostiene che questo governo non sia capace di realizzare cose concrete: credo davvero che nella storia della Repubblica nessun governo abbia messo a punto tanti risultati quanto questo governo è riuscito a fare nei primi mesi della sua gestione". Si dice soddisfatto il premier Berlusconi del lasvoro portato avanti da Palazzo Chigi per affrontare la crisi. Le istituzioni, con l’accordo raggiunto sugli ammortizzatori sociali, "hanno dato ottima prova di sé". L’intesa, aggiunge il premier, "sancisce un livello di collaborazione mai visto" e "afferma il principio che le responsabilità vanno assunte congiuntamente".

Il lavoro con le Regioni "Sono orgoglioso di comunicare, dopo un mese di confronto serrato tra il governo le Regioni, un accordo grande valore che ruota intorno a tre temi". Il presidente del Consiglio spiega che "gli ammortizzatori sociali in deroga, l’attivazione dei Fas e l’esclusione dal patto di stabilità interno degli investimenti connessi ai fondi comunitari. Devo dare atto alle Regioni, di un grande senso di responsabilità". Questo accordo, prosegue il premier, mette in evidenza "un livello di collaborazione mai visto".

Governo compatto "Questa squadra di governo lavora nella più completa concordia e io sono fiero di avere persone così appassionate: non c’è stata mai nessuna situazione in cui noi ricordiamo una distanza fra le varie forze politiche che compongono la maggioranza", ha poi detto il premier che assicura di non sentirsi "affatto solo". "Anzi sento una collaborazione, un’amicizia e un affetto da parte di tutti i componenti" della squadra di governo che e su questo posso "rassicurare gli italiani". Quindi una stoccata all'opposizione: "A chi sostiene che il governo non sia capace di realizzare cose concrete, dico che basta vedere quello che abbiamo fatto in questi nove mesi. Credo che nella storia della Repubblica nessun governo ha raggiunto tanti risultati quanto questo governo".

L'attacco di Veltroni "Sono mesi che ripetiamo che la crisi è un’emergenza nazionale. Invece il governo fa finta di non vedere, non si rende conto", ha commentato il segretario del Pd, Walter Veltroni, in un'intervista a SkyTg24. "Il governo - ha aggiunto - fa finta che non esista la crisi e non ha nessuna inizativa. Domani presentiamo il nostro piano, quello che avrebbe dovuto fare il governo". Parlando durante il suo tour elettorale in Sardegna in sostegno del candidato Renato Soru, il numero uno del Pd sottolinea che il governo "non ci mette neanche il cuore: il premier Silvio Berlusconi viene qui, racconta barzellette, racconta un mondo che non c’è. Invece in questo paese c’è preoccupazione e inquietudine".

La Russia al G8 Il vertice della Maddalena sarà un G8. "Il fatto che stasera si riunisca un G7 economico + 1 - spiega Berlusconi - è dovuto ad una precedente decisione presa dal Giappone". Berlusconi ha detto di rispondere ad alcuni articoli di stampa: "Quando leggo i giornali, anche quelli che non stanno a sinistra, che immaginano una solitudine del capo del governo, mi viene da dire che non mi sono mai sentito affatto solo". "Anzi - ha aggiunto - sento una collaborazione, un’amicizia e un affetto che si sta rafforzando con questa intensa collaborazione di governo fra me e tutti i ministri e quindi posso rassicurare gli italiani: questo governo ha già fatto molto" e continuerà a farlo.