Ammortizzatori sociali più veloci: 20 giorni per la Cassa integrazione

Tra le nuove misure approvate dal Consiglio dei ministri, anche una drastica riduzione della tempistica per lo stanziamento degli ammortizzatori sociali. L’iter burocratico sarà sintetizzato, dagli attuali quattro mesi (nella migliore delle ipotesi) a tre settimane, un mese al massimo. «Dai 120-140 giorni che servivano per l’erogazione degli strumenti ordinari – ha spiegato Sacconi – con le misure adottate oggi ci sarà una semplificazione del provvedimento per arrivare a 20-30 giorni». Una risposta più rapida alle situazioni di emergenza, insomma, anche nel caso che l’andamento dell’economia possa rallentare ancora. Proprio riguardo alle previsioni sul mercato del lavoro in Italia, il ministro ha sottolineato che «gli indicatori dell’occupazione possono peggiorare, ma dobbiamo relativizzare i dati e confrontarli con gli anni passati. Il 2008 ed il 2007 sono stati anni ottimi per quanto riguarda l’occupazione. Il tasso di occupazione nel 2008 è stato del 59 per cento». Un dato destinato inevitabilmente a peggiorare in questi mesi, anche se molto dipenderà da come il Paese saprà reagire alla crisi.