Amnistia postuma per Rosa Parks

da New York

Il parlamento statale dell'Alabama ha approvato una legge per l'amnistia alla militante per i diritti civili Rosa Parks e a centinaia di altri attivisti arrestati per aver violato le leggi anti-segregazione razziale. La legge permetterebbe anche di amnistiare Martin Luther King ad altri militanti arrestati dall'inizio del Novecento in uno degli stati del Sud dove più ferrea è stata l'applicazione delle leggi per la separazione tra bianchi e neri. Rosa Parks è morta l'anno scorso a 92 anni ed è stata onorata con funerali pubblici a Washington. La legge intitolata a suo nome è stata emendata al Senato dell'Alabama per permettere a musei come la Rosa Parks Library and Museum di Montgomery di tenere in mostra documenti relativi al suo arresto.
La Parks fu arrestata 50 anni fa per aver rifiutato di cedere a un bianco un posto a sedere su un autobus, un evento che diede vita a una mobilitazione popolare dei neri di Montgomery. Quattro giorni dopo l'episodio, Parks fu condannata ad una multa di 10 dollari più altri 4 di spese processuali. Lo stesso giorno i residenti di colore iniziarono a boicottare il servizio degli autobus, guidati da un pastore sino ad allora sconosciuto, Martin Luther King jr. Ne nacquero marce, proteste, sit-in che portarono gradualmente i neri ad acquisire sempre più consapevolezza e visibilità.