Amplifon, l’utile aumenta dell’82% nel trimestre

Amplifon conferma nel terzo trimestre la crescita dei principali indicatori di redditività: i ricavi sono cresciuti dell’1% a 459,1 milioni di euro, il margine operativo lordo del 17,2% a 53,6 milioni e l’utile netto dell’82,5% a 13,1 milioni. Quest’ultimo risultato «beneficia dell’incremento della marginalità e di una significativa diminuzione degli oneri finanziari», spiega una nota. Per i prossimi mesi «gli obiettivi prioritari rimangono l’ulteriore miglioramento dell’efficienza operativa, il controllo dei costi e il perseguimento di quote di mercato ottimali per massimizzare la redditività del gruppo», si legge di seguito. «Contiamo di chiudere il 2009 in crescita e di confermare i risultati positivi ottenuti nei primi 9 mesi dell’anno», dichiara Franco Moscetti, amministratore delegato del gruppo.
L’azienda ha registrato segnali di ripresa nel Regno Unito, dove si osserva un’inversione di tendenza in termini di crescita del fatturato (+3,8% la crescita organica registrata nel terzo trimestre) con una significativa riduzione delle perdite operative, e negli Stati Uniti. Questi risultati sono ancora più significativi se valutati all’interno dell’attuale congiuntura macroeconomica che continua a evidenziare segnali di debolezza e di instabilità, confermati dal fatto che in tutte le regioni industrializzate si continua a registrare un calo medio del Prodotto interno lordo intorno al 5%. In tale contesto il gruppo Amplifon ha realizzato una crescita complessiva nei primi nove mesi dell’anno sia in termini di fatturato (+1,0%) che in termini di Ebitda (+17,2%) rispetto al medesimo periodo del 2008.
Questi risultati - aggiunge la nota - sono stati ottenuti grazie alle azioni intraprese che hanno permesso al gruppo di affrontare al meglio il difficile mercato, e anche grazie ai benefici derivanti dal carattere difensivo e dalla relativa anticiclicità del settore degli apparecchi acustici.