Amt, multe più salate ai «portoghesi»

Più controlli e multe più salate dal primo agosto per combattere un'evasione che ogni anno costa ad Amt 11,5 milioni di euro. In arrivo un giro di vite anche per gli abbonamenti agevolati, che registrano un 20% di frode. Il piano è stato presentato dall'amministratore delegato dell'azienda genovese di pubblico trasporto, Hubert Guyot.
Novità in arrivo anche per la riscossione che sarà interamente affidata ad Amt, che a sua volta darà incarico ad un'azienda estranea. Per quanto riguarda gli arretrati (150 mila multe i giacenza per il triennio 2003-2005) di cui solo 70 mila riscuotibili, l'operazione sarà condotta da Amt e dal Comune di Genova.
«Nei primi sei mesi del 2006 i passeggeri controllati sono stati oltre un milione - ha spiegato Guyot - e le sanzioni emesse 50 mila, per una percentuale di evasione accertata del 5% circa, l'evasione reale però si attesta sul 10-15%, per un danno che ammonta a 10 milioni di euro».
A questa perdita, causata d chi viaggia senza biglietto, si somma il milione e mezzo di evasione di chi usufruisce (...)