Anagrafe di via Larga, il Comune lancia i nuovi servizi «taglia-coda»

Tra le novità: sul ticket di attesa ii cittadini potranno trovare già le informazioni sul documento da richiedere senza dover aspettare di parlare con il funzionario. Più facile anche dare i voti al servizio con gli« Emoticon». Il livello di gradimento è all'89%.

Arrivano i nuovi servizi taglia-code all'anagrafe di via Larga. Passi avanti grazie anche agli input arrivati in questi mesi dai cittadini, che hanno dato i «voti» cliccando sugli «Emoticon», i totem che servono a misurare il grado di soddisfazione del servizio. Pollice alzato dall'89 per cento dei milanesi, ma il Comune punta al massimo. «I nuovi servizi - ha confermato l'assessore ai Servizi civici Stefano Pillitteri - sono nati dall'ascolto dei cittadini: grazie ai loro giudizi e suggerimenti abbiamo modificato il meccanismo di erogazione dei ticket e implementato il sistema di valutazione Emoticon. I cittadini, ad esempio, possono ora trovare le informazioni sul documento da richiedere direttamente sul ticket, senza dover aspettare di parlare con il funzionario. Sono tutte piccole rivoluzioni che rendono più semplice il rapporto con la Pubblica Amministrazione e che vanno incontro alle esigenze dei cittadini».
L'indagine di Customer Satisfaction, realizzata nel periodo 2007-2008, ha dimostrato che nonostante l'89% dei cittadini si dichiarasse soddisfatto dei servizi fruiti, soltanto il 50 per cento era soddisfatto dei tempi d'attesa. Per far fronte a questo problema, sono state elaborate alcune proposte: l'emissione di certificati on-line (dal 15 gennaio di quest'anno) e l'abbattimento dei tempi d'attesa agli sportelli. Per ridurre le code, in particolare, è stata introdotta una tecnologia innovativa per l'assegnazione dei ticket. In pratica, se uno sportello - poniamo quello della Carta Cortesia - non è stato prenotato da nessuno, verrà destinato ad altri servizi. In questo modo l'intero funzionamento del sistema viene ottimizzato. A novembre 2009, inoltre, i due totem dedicati agli Emoticon sono stati sostituiti da 26 piccoli touchpad posizionati accanto a ciascun sportello dell'Anagrafe. La media di quanti hanno espresso un giudizio, che è passata dal 12,84% al 28,74%. Miglioramento visibile anche nel consenso, salito dal 66,45% al 90,23% di soddisfazione globale.