Analisi tecnica L’Enel e il Pil Usa appesantiscono l’S&P-Mib future

Continua l’emorragia su tutti i mercati borsistici con gli indici sempre sui minimi. Ad appesantire ulteriormente l’S&P-Mib future l’ipotesi di un aumento di capitale per Enel e non ultimo il dato al di sotto delle previsioni del Pil Usa quarto trimestre in forte contrazione. Il quadro tecnico si avvicina a grandi passi al target stimato di questo lungo ribasso in essere dal maggio del 2007 quando l’indice quotava un po’ più 44.000 punti. Infatti il ritracciamento dei due terzi del valore, corrispondente a 14.500 punti circa, è una delle ipotesi di scuola più classiche e più accreditate dell’analisi tecnica e ha reso concordi in questa estensione i più noti studiosi dell’econometria. Dal punto di vista dell’analisi temporale il mercato potrebbe trovare una chiave di svolta nella scadenza trimestrale dei derivati del 20 marzo.