Analisi tecnica Serve ancora prudenza Trimestrali aziendali non troppo confortanti

Il massimo a quota 20290 in area target ha generato un veloce movimento di ritracciamento facendo segnare un minimo a 18510. È tuttora attesa la continuazione del movimento di oscillazione con altri tentativi di portarsi in zona 20.500, livello ritenuto strategico, se superato, per una evoluzione positiva della situazione. Ancora una volta la parola d’ordine è prudenza con l'avvicinamento all’obiettivo previsto. La situazione economica ed i risultati delle trimestrali delle principali società quotate ancora non sono molto confortanti ed il tutto si riflette sui valori degli indici mondiali. Vigilato speciale per orientarsi nelle dinamiche future rimane il dato macro sul livello occupazionale.