Analisi tecnica Settimana in calo per i mercati: ancora prudenza

La minore profittabilità del settore bancario unita alle preoccupazioni per il debito sovrano irlandese sono state le componenti guida del ribasso. Le precedenti analisi avevano individuato nella situazione degli indicatori la possibilità di una discesa supportata anche dalla memoria ciclica che vede ottobre e novembre negativi. Il panorama degli oscillatori rimane orientato alla debolezza, mentre l’analisi grafica dei prezzi aveva individuato come target la zona 20.400-20.000 soddisfatta dal minimo settimanale del Ftse-Mib future a 20.265. Nuova criticità solo al di sotto di 19.920. Sulla memoria ciclica è da segnalare che la negatività esauriva la sua forza nella settimana conclusiva dei contratti di riporto nel mercato a termine, cioè nell'ottava entrante.