Per gli analisti crescita frenata da calo tariffe

Telecom Italia segnerà un trimestre in crescita, ma con un aumento dell’Ebitda più debole rispetto ai target dell’anno, a causa di tagli alle tariffe fisso-mobile, che pesano sul primo trimestre 2006 e non sul periodo di confronto del 2005. Sono attese notizie positive dal Brasile e la conferma del buon andamento delle attività estere sulla banda larga, dove il gruppo è presente in Francia, Germania e Olanda. È quanto emerge da una sondaggio, realizzato da Reuters con 11 analisti. Telecom Italia ha indicato nel piano triennale 2006-2008 per fatturato e l’Ebitda un aumento organico, a parità di perimetro ed escluse le partite straordinarie, del 3-4% annuo. Nel primo trimestre 2006, secondo la media delle stime, il fatturato si attesta a 7,4 miliardi in crescita del 5,8% sullo stesso periodo 2005. La società diffonderà lunedì i risultati trimestrali.