Anarchici puliscono la targa del Comune

«Non vorrei commentare i pennarelli. Però credo che la targa di Pinelli apposta dal Comune vada sottoposta a un trattamento antigraffiti». È
quanto ha detto il sindaco di Milano Gabriele Albertini sulle scritte comparse nella notte tra sabato e domenica sulla targa posta dal Comune in ricordo del ferroviere anarchico in piazza Fontana. E come avevano promesso, ieri pomeriggio gli anarchici sono andati a ripulire la lapide. All’«operazione» ha assistito anche il segretario provinciale del Prc Augusto Rocchi, che ha sostenuto che «pur non condividendo l’atto di chi ha scritto sulla lapide del Comune, la scritta con il pennarello si poteva ripulire facilmente senza scatenare un altro polverone. Si è voluta mettere in atto l’ennesima strumentalizzazione».