Anas-Autostrade, scontro sul dividendo

Nuovo scontro legale tra Anas e Autostrade, questa volta sul dividendo straordinario che sarà proposto all’assemblea degli azionisti convocata per il 12 e 13 dicembre prossimi e previsto dall’accordo con la spagnola Abertis nel quadro della fusione. Nei giorni scorsi tra concedente e concessionario sarebbe intercorso un carteggio che non avrebbe però appianato i dissensi. Autostrade avrebbe mosso un ulteriore ricorso al Tar, davanti a cui pendono anche altri ricorsi sempre della società, proprio sulla questione dividendo e domani le parti sono state convocate dai giudici. L’Anas avrebbe scritto ad Autostrade una lettera con la quale invitava la società a recedere dalla distribuzione del dividendo da 2,144 miliardi di euro, in quanto l’operazione comporterebbe il rischio di indebolimento della struttura patrimoniale e finanziaria di Autostrade per l’Italia, soggetto della convenzione con Anas, che la impegna ad attuare un piano di investimenti e di manutenzione sulla rete autostradale in concessione. Autostrade avrebbe però respinto al mittente tali rilievi.