«Con Anas nessun accordo sui costi»

La società frena l’Anas che però conferma l’impegno

Da una parte la soddisfazione di Anas per l’approvazione, da parte del pre-Cipe del piano finanziario per la copertura dei maggiori costi di realizzazione della Brebemi. Dall’altra la precisazione, propria da parte di quest’ultima, che nessun accordo è stato ancora raggiunto. In poche parole, sulla realizzazione della nuova direttissima resta quindi ancora da sciogliere il nodo fondamentale dei costi. «La proposta di finanziamento, si legge nella versione di Anas, era stata approvata a maggioranza dal Cda il 18 novembre scorso, con il voto contrario del consigliere Mario Virano (Ds). «La quota di spesa eccedente - continua la nota - verrà reperita dall'Anas, in qualità di Concedente, tramite la predisposizione di apposito piano finanziario che dovrà essere approvato dai ministeri di Trasporti e Economia, nel quale è previsto il ricorso al mercato bancario a condizioni di mercato con copertura derivante da apposito incremento tariffario (+60%) fino alla scadenza del rapporto concessorio con la Brebemi spa».
Proprio ieri l’ad di Brebemi. Bruno Bottiglieri, ha tenuto invece a precisare che «ad oggi non sono stati pattuiti tra Anas e BreBeMi per la copertura degli extracosti e il requilibrio del piano economico-finanziario della nostra concessione». Al Cipe di venerdì la sentenza definitiva.