Anastacia sensuale con Eros: chi s’aspettava un duetto così

Il bello è che sembrano fatti apposta l’uno per l’altra. Lui coi capelli impomatati, lei senza gli occhiali glam, entrambi rinati dopo le sberle della vita. Più che il copione di I belong to you, il duetto tra Ramazzotti e Anastacia diretto da Don Allan e girato in una villa di Frascati, nel video contano le espressioni dei volti: ciascuno dei due ci ha messo se stesso, senza filtri e senza trucchi. Il Ramazzotti che arriva sulla Duetto rossa ha l’aria pasciuta del ragazzo di borgata, d’eleganza posticcia e modi teneri. Anastacia nella penombra di quei saloni affrescati è la donna che ha vissuto due vite e in mezzo s’è trovata il rischio di lasciarle. Parlano, cantano insieme, lei cammina indietro nel tempo e quando lo ritrova di nuovo è in bianco e nero, vestita come una gran donna di Roma città aperta, sofferente nel viso e magnifica sotto quel cappello con la veletta. D’accordo, i colori e la fotografia sono caldissimi e il montaggio è quello preciso dei migliori video, ritmato ma non ossessivo, capace di lasciare spazio all’immaginazione. Ma ciò che conta - e sorprende - è la sintonia tra loro due, che incrociano occhi e sensibilità in quello che è il duetto definitivo dell’anno (anche in video).

EROS RAMAZZOTTI - I belong to you (Sony Bmg)