Ancelotti «E adesso battiamo il Napoli»

Carlo Ancelotti: «La classifica? Io non guardo chi sta sopra...Devo dire che però non mi aspettavo la vittoria dell’Udinese, ora ciò che conta è andare avanti così, anche perché domenica abbiamo il Napoli. L’Inter? La rivalità c’è, è l’altra squadra di Milano ma il fatto di starle davanti mi dà soddisfazione. Conta soprattutto essere venuti fuori da un momento difficile e se poi riusciremo a battere il Napoli potremo fare un passo ulteriore in avanti... Il rigore? Dal campo non ho visto proprio niente e in tv la posizione di Inzaghi era molto buona e può darsi che ci sia stato un contatto». Quanto a Giampaolo: «No, il rigore non c’era proprio, avremmo meritato altra sorte... Sudditanza? Diciamo che personalità significa non dare quel rigore». E ancora Ancelotti: «Per me è stato invece un ottimo arbitraggio». E Inzaghi:«Io spinto? Conta il fatto che l’unico che non protesta è Portanova, questo dice tutto però se non mi avesse toccato forse non avrei comunque colpito la palla». E Ancelotti sui giocatori in discoteca: «Li lascio liberi, io non amavo i controlli».