Ancelotti rischia la solita Didata poi Paloschi lo fa sorridere

Cinquantamila spettatori per il Birra Moretti, classico estivo, lo spettacolo non è all’altezza delle aspettative, anche perchè in campo ci sono molte riserve. Nella difesa del Milan Albertazzi e Darmian, l’uruguayano Cardacio si vede solo per una scorrettezza, lento e impreciso, appena meglio l’azzurrino Russotto, arrivato a Napoli dal Treviso in questo mese. Paloschi ha una palla buona in avvio, sbaglia e sorride, confermando che è proprio calcio d’agosto. Le sue scarpette rosse fanno il paio con quelle di Albertazzi e dello juventino Fausto Rossi: viene in mente il basket, la Simmenthal Milano anni ’60. La difesa rossonera buca una punizione di Vitale, Rinaudo cicca la deviazione. Seedorf per Inzaghi, girata pronta ma fuori. Nel mini intervallo l’olandese bisticcia con Blasi, il giocatore della serie A più ammonito delle ultime stagioni. SuperPippo esce stizzito, forse un problemino muscolare, sostituito da Viudez, ad Ambrosini è risparmiato un cartellino giallo. Dida sbaglia un’uscita, Russotto lo grazia. Tutti pronti per i rigori, anzi no, perchè Paloschi gira di testa il cross dalla sinistra dell’uruguagio Viudez deviato due volte. Ecco perchè Ancelotti l’ha negato al Torino.