ANCH’IO SOLIDALE CON HENRIQUET

Caro Massimiliano Lussana, leggo sul Giornale di venerdì che mi critichi, insieme a molti altri, per non aver messo nero su bianco la mia solidarietà a Franco Henriquet. Debbo dirti, per l'affetto che ho per il Giornale e la profonda stima personale nei tuoi confronti, che questo non corrisponde a verità.
Ho infatti manifestato solidarietà all'amico Henriquet in forma privata, poiché non ritenevo giusto che la manifestazione dei miei sentimenti di stima e ammirazione nei suoi confronti, ancorché non finalizzata a pormi sulla scia del sacrosanto consenso nei suoi confronti, dovesse essere per me oggetto di facile pubblicità. Continuo a ritenere di aver fatto bene a scegliere la riservatezza, ma la tua critica pubblica da un lato mi induce a pormi un dubbio al riguardo - proprio per la stima che ho nei tuoi confronti. E in ogni caso mi obbliga a questa precisazione. Con immutata amicizia
*capogruppo gruppo misto in Comune