ANCH’IO SONO UNO SPACCIATORE

Finalmente sappiamo cosa ha deciso il pubblico ministero Francesco Pinto sul caso Henriquet.
Sono passati quasi due anni dall’inizio dell’inchiesta e, dopo tanti interrogatori, finalmente i cittadini sanno che per la legge il professor Henriquet è uno spacciatore di fiale di morfina.
Si chiede il processo per il professor Henriquet ma, assieme a lui, andrebbero processati l’intera associazione Gigi Ghirotti e le centinaia di volontari e di operatori che hanno condiviso in questi anni tutto ciò che egli ha fatto.
Io stesso voglio essere processato, visto che con il professor Henriquet ho condiviso tutto da oltre trenta anni, per aiutare coloro che soffrono e che la legge ignora.
Ma va processato anche il Ministero della Sanità, il Csm, il Presidente della Repubblica, perché inadempienti ad una normativa europea che prevede il riutilizzo di alcuni farmaci perfettamente conservati.
Lo Stato va processato perché, oltre ad essere inadempiente, causa un danno economico di oltre settanta miliardi di vecchie lire che i cittadini pagano.
Si faccia presto questo processo e in attesa la Gigi Ghirotti e il professor Henriquet continueranno ad assistere le centinaia di malati e le loro famiglie.
Se poi un giorno il pubblico ministero vorrà spogliarsi per un paio d’ore della sua veste e verrà a trovarci all’Hospice ne saremo contenti... ma forse non accetterà per non correre il rischio di essere indagato per aver preso un caffè con dei trafficanti di morfina.