Anche Alba Rohrwacher al Teatro della Tosse

Le parole all'insegna della positività di Emanuele Conte «la scorsa stagione è andata molto bene grazie anche alle istituzioni» sono state ridimensionate dall'assessore comunale Andrea Ranieri che per quest'anno vede una prospettiva meno rosea. «Mi spiace in un momento di festa come quello della presentazione di una nuova stagione dover dire cose che preoccupano, ma avviso tutti: con la manovra finanziaria i tagli agli enti locali sono tali che sarà difficile mantenere gli impegni con i teatri». E allora cosa si può vedere di positivo per questa nuova Stagione 2011-12 della Tosse? Senz'altro il suo programma che questa volta vuole seguire un unico tema, un fil rouge che nelle nuove produzioni si snoda fra nuovi drammaturghi per raccontare storie di casa e di famiglia, per uno sguardo attento alle dinamiche sociali e i loro cambiamenti, partendo proprio dal nucleo alla base della società, la famiglia. Ad aprire dunque la Stagione il 12 ottobre sarà in prima nazionale «Le regole del gioco» per la regia di Emanuele Conte, tratto da un testo di Elisa D'Andrea, giovane regista ligure. Altra produzione Tosse dal 28 al 2 marzo sarà «È stato così», tratto dal romanzo omonimo di Natalia Ginzburg e che vedrà l'atteso ritorno di Valerio Binasco come regista. Protagonista la nota attrice cinematografica Alba Rohrwacher. Il terzo appuntamento firmato Tosse dal 21 al 31 marzo è nuovamente con Alessandro Bergallo che questa volta non ne vuole più sapere di stare chiuso in scatola, da qui il titolo dello spettacolo «Basta box». Non mancherà la presenza del Festival della Scienza che sul palcoscenico della Sala Trionfo il 1° novembre porterà «Bereshit», spettacolo che affianca la scienza alla magia guidando gli spettatori in un viaggio «galleggiante» fatto di racconti e bolle di sapone. Per continuare la riscoperta dei grandi musicisti e cantanti che hanno fatto la musica italiana la Tosse quest'anno renderà omaggio a Natalino Otto, con un tributo d'eccezione: non a caso in fatti si è scelto di presentare la stagione al pubblico proprio il 4 ottobre data di nascita dell'artista nato a Pontedecimo, nell'anno del suo centenario.
Il programma completo sul sito www.teatrodellatosse.it