Anche Burlando scrive a Prodi: «La Tav va fatta»

Torino. Cresce il numero dei presidenti di Regione che si rivolgono al presidente del Consiglio Romano Prodi, chiedendo di mantenere la Tav tra le priorità del governo. Anche il presidente della Regione Liguria, il diessino Claudio Burlando, e il governatore della Regione Veneto Giancarlo Galan hanno firmato la lettera aperta inviata al presidente Prodi ed al ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, già siglata dal presidente del Piemonte Mercedes Bresso, dal governatore della Lombardia Roberto Formigoni e da quello del Friuli Venezia Giulia Riccardo Illy.
I firmatari, al fine di ottenere l’inserimento del progetto Torino-Lione nel budget europeo 2007-2013, chiedono al governo italiano che sia predisposto al più presto il calendario della messa in opera del progetto, rispettando le linee guida che emergeranno dai lavori dell’Osservatorio; che siano dettagliate le necessità finanziarie del progetto per il periodo 2007-2013, con espliciti impegni di pagamento secondo una ripartizione annuale; che venga messa in campo una reale politica di equilibrio modale che privilegi l’utilizzo della ferrovia sui percorsi a lunga distanza.