Anche il cappon magro naviga «Msc»

Cosce di coniglio farcite con prugne e servite con quenelle di patate al pepe verde. E ancora: salmone su povè di finocchi agli agrumi. Due piatti di effetto, riproducibili in quantità industriali e ambasciatori della cucina italiana. A prepararli è Simone Pinato, uno dei sette chef di Msc Italcatering, la società di catering della Msc Crociere che da Genova testa prodotti e ricette per seguire le rotte delle navi nel Mediterraneo, nel Nord Europa, in Sud Africa, Usa, Carabi e Sudamerica. Tenendo conto della tipologia del passeggero, dei gusti, della reperibilità dei prodotti dei vari mercati dove le navi attraccano, la società - tra le realtà industriali più sviluppate a livello locale, con un giro di affari di 200milioni di euro e un indotto di particolare rilievo -, è a tutti gli effetti il laboratorio culinario dove nascono idee e progetti da «servire» sulle undici navi della Msc e sulla Snav.
È infatti in via Scarsellini che prende il via lo studio e la composizione di tutti i menu, buffet self-service, delle sorprese gastronomiche e dei menu speciali da scegliere nei saloni delle navi. Dati alla mano, il volume d'affari indica: 45 milioni di pasti serviti nel solo 2010 nei 270 bar, 35 ristoranti collettivi (inclusi nel prezzo) e nei 26 ristoranti a temi (ogni porzione è pagata) della flotta. «Il gruppo Msc nella sua politica di sviluppo ha scelto di avere in casa una società in grado di fare catering navale - spiega l'amministratore delegato Enrico Borniotto di Msc Italcatering -. Attraverso i nostri uffici che contano 80 dipendenti e i gruppi operativi, ci preoccupiamo di creare il prodotto dall'origine fino al piatto che arriva sul tavolo del cliente-consumatore. Facendo attenzione ai controlli di qualità e reperibilità delle materie prime e alla preparazione tecnica. Senza dimenticare la leggerezza e l'italianità. Forte è l'ispirazione alle cucine regionali che guida i nostri chef».
È seguendo tale politica che compare anche il cappon magro, le zucchine ripiene alla genovese, le trofie al pesto e il dentice alla ligure accompagnati da una bottiglia di bianco delle Cinque Terre, da poter scegliere tra le 120 etichette italiane che l'Italcatering ha selezionato. «Dà lustro ai nostri prodotti locali, che si inseriscono all'interno di un vasto assortimento che utilizza marchi e produttori italiani rinomati - aggiunge l'amministratore delegato - e premia i 15-20mila passeggeri liguri, che scelgono di viaggiare con le navi della Msc. Un numero significativo se si considera che i passeggeri annui sono un milione e mezzo».