Anche il Chiese fuori dagli argini: famiglie evacuate in molti Comuni

Il maltempo ha provocato danni e disagi in tutta la provincia di Brescia. In prefettura nel capoluogo si è tenuta la riunione tra le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e la protezione civile per fare il punto sulla situazione. In particolare a creare maggiori disagi è stata l’esondazione del fiume Chiese, che ha provocato l’evacuazione di 17 famiglie in tre diversi comune del bacino. Il livello del lago di Idro, invece, viene costantemente monitorato ed è rimasto complessivamente sotto controllo. Per quanto riguarda la situazione a Brescia città, la prefettura ha segnalato «piccoli smottamenti di minore entità» mentre in molti Comuni della provincia si sono avuti allagamenti. Nel pomeriggio poi la Regione ha diramato un aggiornamento dell’avviso di criticità con moderato rischio idrogeologico e precipitazioni in attenuazione. Il fiume Chiese è esondato in provincia di Mantova, nei pressi di Asola, dove è stata istituita una unità di crisi e sono state evacuate alcune abitazioni. Sul posto è intervenuta una automedica del 118 e sono stati inviati sia un elicottero dei vigili del fuoco di Bologna sia i mezzi anfibi dei vigili del fuoco e dei carabinieri per evacuare alcune abitazioni a rischio. Al momento è chiusa la SP 68 nei pressi di Casalmoro ed è ancora possibile raggiungere gli abitati bresciani di confine per l’automedica di Asola.
Anche nel Varesotto il Ponte si è presentato col maltempo: allagamenti di cantine e garage hanno costretto i vigili del fuoco a numerosi interventi. Secondo gli esperti nell’arco di 24 ore nel Varesotto sono scesi oltre 100 millimetri di pioggia come al campo dei Fiori dove si è arrivati a 110. Situazione migliore, invece, nella zona a Sud della provincia. Dal Centro Geofisico Campo dei Fiori di Varese fanno sapere che le precipitazioni proseguiranno per tutta la giornata di oggi anche se meno intense con un ulteriore indebolimento in serata. Per domani ancora pioggia nella zona Sud della provincia di Varese