Anche Citroën sale sul set

Luigi Marini

da Milano

Coinvolta ancora una volta come main partner della più antica e celebrata rassegna cinematografica internazionale, Citroën partecipa con proprie iniziative all’evento in collaborazione con la Biennale di Venezia in programma dalla prossima settimana. Oltre ai momenti che per tutta la durata della 62ª Mostra del cinema vedono in campo la presenza dei modelli Citroën (come vetture ufficiali delle delegazioni vip «sfileranno» in anteprima mondiale sul Lungomare del Lido i nuovi modelli C6), due particolari iniziative caratterizzano l’impegno di Citroën a Venezia: il concorso per sceneggiature «I Corti Pluriel», giunto alla terza edizione; il progetto «EAU», un’operazione di charity legata all’acqua come risorsa e bene prezioso del pianeta.
«I Corti Pluriel». Giunge al traguardo la terza edizione. Dalla prima edizione (500 sceneggiature), si è arrivati a mille partecipanti per questa terza edizione del concorso, promosso da Citroën in collaborazione con il mensile Ciak, Opus Proclama, FilmMaster Clip e il PremioSolinas. Una vera valanga di soggetti e sceneggiature per cortometraggi si è riversata sui tavoli di una prima giuria di esperti coordinata dal regista Maurizio Nichetti. I migliori dieci selezionati, che vincono la realizzazione di altrettanti short-movies in produzione proprio in queste settimane, verranno presentati alla prossima Mostra internazionale d’arte cinematografica.
Argomento centrale di questa terza edizione è la multiformità della commedia che si ispira, come nella migliore tradizione italiana, alla nobile arte del far ridere, alla comicità e all’ironia, capaci di tradurre in brevi squarci cinematografici i piccoli e i grandi avvenimenti del vivere quotidiano.
Nel primo week-end della Mostra del cinema, i dieci cortometraggi finalisti saranno visionati, vagliati e premiati da una giuria che comprende oltre a Maurizio Nichetti e Piera Detassis, Alessandro Gassman e Camilla Baresani, Doriana Leondeff e Federica Felini, Luciana Littizzetto e le due Iene, Luca e Paolo, Linus e Albertino nonché Francesca Solinas, coordinatrice del premio Solinas che da quest’anno ha avviato un rapporto di collaborazione con «I Corti Pluriel».
Tra i dieci finalisti un vincitore assoluto sarà premiato la sera del 3 settembre con una videocamera Sony ad alta definizione e uno stage presso la FilmMaster Clip. Inoltre, al «corto» vincitore è garantita la certezza di essere visto nelle sale cinematografiche del circuito Opus Proclama nella prossima stagione.
Un progetto sull’acqua. Citroën diviene soggetto promotore di una grande iniziativa umanitaria nell’ambito della Biennale di Venezia, laboratorio di cultura cosmopolita. Una bottiglia d’acqua è preziosa, e per molti può essere vitale. Se firmata da una personalità del cinema, può arrivare ad assumere un valore economico interessante; se questi litri d’acqua «griffati» vengono venduti al miglior offerente, si possono addirittura trasformare in un pozzo o in un dissalatore per una comunità africana.
Citroën lancia, alla Mostra internazionale d’arte cinematografica, l’operazione di charity «EAU», che attraverso la vendita all’asta di particolari bottiglie d’acqua disegnate dal designer Ferruccio Laviani e firmate dagli ospiti, registi, attori e producer di spicco, permetterà di raccogliere i fondi a favore del progetto Unicef «Acqua nelle scuole».
L’obiettivo è dotare di pozzi, pompe idrauliche, servizi idrici e igienici le scuole elementari di alcune comunità rurali dell’Angola e promuovere, nel contempo, una campagna di educazione igienica e sanitaria.