Anche Dario Fo bacchetta la giunta Pisapia: "A sinistra cagnolini in cerca di briciole"

Dario Fo critica l'amico Pisapia: "Fa fatica a
combattere la sua battaglia perchè si ritrova circondato da tutti
quelli che sono saltati sul carro del vincitore"

Milano - Anche Dario Fo, l'intellettuale di punta della sinistra milanese e antiberlusconiana, è critico nei confronti del sindaco Pisapia. Secondo Fo la giunta soffre di immobilismo. "Pisapia fa fatica a combattere la sua battaglia perchè si ritrova circondato da tutti quelli che sono saltati sul carro del vincitore. Mi riferisco a quella sinistra che per vent’anni ha sempre perso e adesso si è buttata dentro. Come quei cagnolini che si infilano sotto la tavola, sperando di raccogliere qualche briciola di avanzi. E poi c’è chi si camuffa e vuole partecipare alla spartizione della torta grande. Spero che il sindaco abbia il coraggio e la tenuta necessaria".

E Dario Fo parla anche del caso Penati non nascondendo le colpe della sinistra. "L’esplosione della questione morale dentro una certa sinistra - ha aggiunto -, non mi sorprende. Quello di Penati è uno scandalo che viene avanti in modo turbinoso, peró dobbiamo essere in grado di uscire dalla logica secondo la quale siamo tutti uguali e abbiamo tutti qualche scheletro nell’armadio. Va fatta pulizia senza ripetere gli errori del passato, ma anche senza generalizzazioni. Serve un’analisi profonda". Anche l'attore è stato "toccato"dal dubbio che il primato morale della sinistra non esistta (forse non è mai esistito?) e magari potrebbe dare ripetizioni di autocritica agli antiberlusconiani.