Anche due tredicenni fra i piromani dell’Inps

Cinque ragazzini tra i 16 e i 13 anni che, in 30 minuti, hanno organizzato una «bravata» durata oltre 11 ore e che costerà alle loro famiglie, costrette a risarcire i danni, circa un milione di euro. Sono loro - tutti studenti di Pieve Emanuele (due vanno ancora alle medie), senza precedenti e figli di famiglie normalissime - i responsabili dell’incendio di domenica scorsa che ha distrutto l’archivio dell’Inps del posto, 7mila metri quadrati dove erano ammassate migliaia di pratiche. I carabinieri di Corsico li hanno individuati dopo 5 giorni di indagini partite dalle registrazioni delle telecamere di sorveglianza dell'istituto e da alcune testimonianze.